i sensi umani annichiliscono di fronte alla potenza dell’unità

Ciao Marco. Ho fatto passare un giorno dal tuo messaggio per far depositare la mia emotività e risponderti con più chiarezza. Le tue risposte sono state Perfette perché mi hanno fatto comprendere cose davvero importanti. Oggi ho percepito come il tutto combacia esattamente con se stesso, tutto è ‘abbandonato’ meravigliosamente a se stesso in perfetta armonia e pace. Ho percepito l’Unità e mi è sembrato di assaporare una goccia di eternità. Essere Unità, sentire unità, vedere Continua a leggere →

turiyatita nella mia esperienza

Turiyatita non è altro che il risultato di un ulteriore sprofondamento in Sat-Chit-Ananda. L’abbandono al Divino diventa tale che in una frazione di secondo ci si rende conto che mantenere la conoscenza è uno sforzo e si abbandona anche quella. Ma non è incoscienza, piuttosto uno stato di oblio della conoscenza. Rajiv diceva che non si può dire che vi sia conoscenza e non si può dire che non vi sia, e io al momento mi ritrovo con le definizione di Rajiv. Io ho attinto un po’ da Sri Nisargadatta Continua a leggere →

uno stato senza alcuno stato è fantastico

Ciao Marco. Mi sono ricordata/o dell'esperienza forse più importante che ho fatto ultimamente. È la percezione di uno stato in cui nemmeno la parola "unità" può nascere perché “lì” nulla è diviso da alcunché; nemmeno la parola “amore” può nascere, perché non c’è un io e un qualcos’altro da amare, non c’è la minima traccia di emozione. Sono stata lì anche come persona naturalmente, e mentre una parte di me sembrava facente totalmente parte di quello stato, ad un Continua a leggere →

Illusione versus Realtà

Ai ricercatori spirituali consiglio vivamente questo libro: “Illusione versus Realtà” di Ranjit Maharaj, fratello spirituale di Nisargadatta. È potente, chiaro e facile da leggere. Nelle prima 5 pagine trovate tutti i principi che vi servono di ciò che Ranjit chiama “The bird’s way” – La via dell’uccello. ‘Dell’uccello’ perché è una via rapida, diretta e facile. Ma il termine ‘facile’ non si abbina sempre col punto di vista della mente, perciò apprezzerà il libro Continua a leggere →

renditi conto che nulla esiste

Sergio: — Quello a cui vi sto invitando è di RENDERVI CONTO CHE NULLA ESISTE del mondo, incluso il ‘nulla’. R. — Quello che mi rende perplessa è il ricorso alla mente. Tra l'altro già me lo ripeto spesso che tutto ciò che appare è un illusione però, per ora, non ci sono state modifiche nel considerare me stessa 'esistente'... Sergio: — Il ricorso alla mente che ti lascia perplessa è patrocinato da tutte le scuole, dunque sia da Ramana che da Nisargadatta. Non diceva forse il Continua a leggere →

quella è la felicità perfetta!

Un giorno gli dissi: — Posso capire che un padre per correggere ed educare il figlio sia talvolta costretto a punirlo causandogli dolore, ma Dio nella sua onnipotenza ed infinito amore dovrebbe farci progredire senza alcuna sofferenza! Sri Ramana: — Che posso dire? Questo è il disegno. Quando gli si chiedeva del male e dell’infelicità esistenti nel mondo, Bhagavan rispondeva: — Chi vede il male e l’infelicità? Prima scopri il tuo vero Sé, e solo allora, se ancora vedrai male e Continua a leggere →

iti iti

— Amato, tutto è Dio. Questo non significa correr dietro a tutte le forme della manifestazione per coccolarle – le forme sono impure. Significa perdere la discriminazione, che significa: perdere la mente. Quando questo avviene l’io separato muore ed è sat-chit-ananda! Non sai come badare a te stesso, ma sat-chit-ananda è così forte che ti mantiene morto, così le cose si risolveranno in una maniera o nell’altro. Turiyatita albeggia spontaneo solo da questo piano; se appare prima Continua a leggere →

autoindagine

Autoindagine Discorsi su Sri Ramana Maharshi Narrati da David Godman Il testo che segue è la traduzione completa del seguente Video ❖ ❖ ❖ Mi trovo a Palakottu nell’ashram di Annamalai Swami. Qualche minuto fa, mentre Henri ed io, prima di filmare, parlavamo dell’opera di Bhagavan ‘Chi sono io?’. Lui ne ha tirato fuori una copia chiedendomi di commentarla. Questo è il libro – direi l’opuscolo, date le poche pagine – che contiene tutto l’occorrente per iniziare la Continua a leggere →