I 3 ultimi gradi sulla scala della conoscenza

In senso crescente, dal meno al più elevato:

• Conoscere riguardo a = la conoscenza ordinaria riveniente dalla dualità || include la conoscenza dei processi e dei fenomeni sottili: suoli, luci, movimenti energetici, esperienze fuori dal corpo, contatti con altri essere sul piano sottile… || l’esperienza di sé va dal sentirsi un corpo-persona all’essere identificati con un’entità spirituale individuale (jivatma).

• Conoscere = solo “Essere”, il puro “Io”, la pura Coscienza consapevole solo di se medesima, il piano Supercausale, Turiya, Sat-Cit-Ananda, Brahman nirguna || la suprema conoscenza (prajnana) || niente che rimanga al di fuori del puro “Essere”, nessuna dualità all’interno della coscienza, coscienza unitiva pur tuttavia percepita || beatitudine spirituale al di là d’ogni umana immaginazione || c’è ancora conoscenza di essere, di esistere.

• Non conoscere = Turiyatita, l’Assoluto, Paramatma, Parashiva || nessuna conoscenza di essere o esistere || nessuna volizione o spinta || pace-quiete assoluta.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.