l’autoindagine è più semplice e naturale di quel che si creda

Alcuni amici non praticano bene l’autoindagine. Essi si coinvolgono a esaminare o analizzare la mente: devo liberarmi dal rapporti che ho avuto con mia madre ecc.

La cosa può essere interessante per il miglioramento (presunto) della persona. Ma dato che loro non sono una persona, ma il Sé, questa tendenza alla psicoanalisi è fuorviante: sortisce la continuazione dell’ego (l’io individuale) che si presume che migliori in quel modo.

Le domande ‘Chi sono io’, ‘Chi sta sperimentando questa emozione? o sentimento? o pensiero?’ non preludono a una risposta o una scoperta perché tutti conoscono il proprio io. queste domande hanno l’unico scopo di indirizzare l’attenzione sul Soggetto anziché sugli oggetti.

In questo modo il Soggetto si disidentifica dagli oggetti e dimora nell’IO, cioè nel’Essere-Consapevolezza, cioè nel Sé. Gli oggetti spariscono e resta solo il Sé.

L’autoindagine è più semplice e naturale di quel che si creda. È distorta e resa complessa dalla spinta a coinvolgersi negli oggetti mentali e fare psicoanalisi.

Ok. Fatemi sapere quando ne avrete abbastanza.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio, Dialoghi dal Sangha e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.