come una guida che ti prende per mano

Renato RL 1.dVi pensate e vi vedete mentalmente come qualcuno che si sveglia la mattina, pensa a cosa deve fare, prende decisioni, va a destra e a sinistra, fa questo è quello. Tutto questo ha un nome: illusione! Voi siete l’Oceano eterno e infinito della pura consapevolezza indivisa, visibile appena oltre la soglia del pensiero. Non più mattina, non più risveglio a un nuovo giorno: solo QUELLO, placido e immutabile, meraviglioso!

Il Darshan vi porta a Quello, come una guida che vi prende per mano e vi porta sulla cima della montagna. Voi vedete, a tratti capite che è il vero voi. Ma non siete abituati a stare fuori dal pensiero, siete troppo identificati con esso, e i più non riescono a stabilirsi là da subito, per sempre. Avete bisogno di più Darshan per conquistare la stabilità. Ma anche così, dovete sapere che il Darshan ha la velocità della luce rispetto a qualsiasi altra tecnica spirituale, perché è diretto, mentre una tecnica spirituale è mediata dalla mente.

Tuttavia, precisa Sri Ramana, il Darshan permea soprattutto quelli che desiderano il Divino o che hanno praticato. Agli altri che sono indifferenti o chiusi verso il Maestro e il Divino scivola addosso come se avessero l’impermeabile, o quasi.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.