Essere Brahman

Marco Mineo:
https://www.facebook.com/marco.mineo.54

La ricerca costante del silenzio/immobilità mi ha portato a piantarmi nella radice dell’io. Fino a che è implosa e ho percepito, o meglio ‘appercepito’, l’immobilità e il silenzio in tutto. Le immagini che si muovono sono immobili e tutti i suoni sono ‘il suono di una mano sola’.
Prima: cerca il Sé oltre la mente e il mondo.
Poi: la mente e il mondo sono il Sé, poiché non vi è altro che il Sé.
Adi Shankaracharya ha detto:
“L’universo è irreale
  Brahman è reale
  L’universo è Brahman”.

Sergio:
Se leggete la testimonianza di Marco, o i resoconti di Roberta e di altri, vi rendete conto che non è una via per poppanti.
Io ho chiaramente detto che l’unico mio interesse è di guidarvi alla Liberazione.
Roberta aveva accumulato anni di dolore e stress e si trova in una condizione di vita che sarebbe assai poco sopportabile ai più. Lei ha praticato con molta determinazione, ma io mi chiedevo quando sarebbe riuscita a superare tutto quel dolore accumulato.
L’ha fatto!!! E senza mind clearing, solo col dimorare nel Sé. A un certo punto tutte quelle memorie di dolore sono esplose e lei si è ritrovata nell’Amore del Sé.
Sono questi gli aspiranti che portano a temine la Via.
Io accetto anche altri livelli, ognuno ha i suoi tempi, se vengono con amore e abbandono non seleziono nessuno; mando via solo gli arroganti e i maleducati. Ma negli aspiranti avanzati, se vedo impedimenti alla Liberazione che resistono al tempo e a tutte le altre cure, allora se devo, cauterizzo.
È normale per un maestro spirituale, che non ha interessi personali, valutare come quel dato insegnamento possa dare frutti per la prossima incarnazione. Egli guarda alla Liberazione, non a creare un club personale di fan.

Roberta:
Ci deve essere una sola domanda: Chi Sono Io?
Ci deve essere un unico desiderio: Quello [il Sé, la Realizzazione]
Il resto è doloroso, ma solo con una determinazione fuori dal comune si supera tutto e ci si trova nel centro.
Il distacco accade, si scopre che ogni intenzione è un freno, un circolo vizioso, e solo con la determinazione tutto si svela.
Il mondo con i suo i piaceri, non devono distrarre il vero aspirante.
La croce è molto pesante, ad ogni caduta si incontra un inferno. Non sono stata io forte fino a questo punto, il Guru fa tutto, sempre.
La mia vera natura, la sola cosa che è sempre con me in ogni stato, mi ha portato il Sadguru.
E da quel momento non ho mai dubitato del mio Maestro.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Marco Mineo e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.