i punti di vista, i loro opposti e la verità

Dai Satsangha di Francis Lucille

Partecipante: — Ho opinioni molto forti e non sono disposto a rinunciarvi.

Lucille: — Questo ti creerà problemi. Sarai coinvolto da quelli che hanno le tue stesse opinioni e da chi ha opinioni opposte alle tue. Devi rinunciare a tutto. Non solo alle tue opinioni: alla tua stessa vita!

Osserva come avviene la comprensione attraverso l’intelligenza: arriva sempre quando si abbandonano le vecchie opinioni. Einstein scoprì la relatività abbandonando la nozione di tempo e spazio come sistema di riferimento assoluto. I progressi arrivano sempre con l’abbandono di concetti e opinioni.

Quando si rinuncia a tutte le opinioni, allora facciamo assoluto: il progresso verso l’Assoluto. Questo non vuol dire non essere attivi e accettare tutto passivamente. Osserviamo semplicemente i fatti in ogni situazione senza forti opinioni, agiamo e quindi dimentichiamo l’accaduto.

Non c’è bisogno di creare una filosofia per opporsi una credenza. L’opposto è più o meno la stessa cosa del sistema di credo a cui si oppone – comunismo e capitalismo sono entrambi collegati all’avidità. Quando realizziamo che il punto di vista che si oppone non è affatto diverso nella sostanza da ciò verso cui ci opponiamo, allora lo molliamo e continuiamo per la nostra strada.

Si può credere che un tale approccio non sia efficace, ma l’onestà lo è sempre! Può non sembrare così subito, ma a lungo termine ha effetti positivi. L’onestà, la verità e l’amore non muoiono mai, restano vivi nel cuore delle persone, sono come una torcia, passano di generazione in generazione.

Naturalmente se vedi un problema nella società e c’è qualcosa che puoi fare, allora fatti avanti e fallo.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Uno dei maestri risponderà alle vostre lettere.
Questa voce è stata pubblicata in Francis Lucille e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.