il lavoro di un maestro spirituale

Nel mind clearing si tratta come droga tutto quello da cui si dipendenti. Non è necessario che sia una droga illegale; può essere caffè, masturbazione, povertà, donne, telenovelas…

Voi saprete che per dissolvere un’impressione bisogna ‘vederla’. E qual è la prima cosa che uno dovrebbe ‘vedere’ di una droga da cui è dipendente? IL PIACERE! Il piacere che ha provato. 

Così io chiedo: “Quante volte hai provato piacere con telenovelas?”. Il tipo dice “Quando guardo una telenovela, non ci sono più; sparisce tutto, problemi, impegni… Sono tutto lì a guardare la telenovela”. Il soggetto deve diventare consapevole del piacere, sollievo, estasi, liberazione che la droga gli ha dato. Poi si passa a dissolvere tutte le altre impressioni collegate a quella droga.  

A questo punto, voi potete capire in cosa consiste tutto il lavoro di un maestro spirituale: far provare all’allievo un’estasi ancora più potente, la più potente, sperando che ne diventi assolutamente dipendente! Non è facile, perché bisogna attendere che l’allievo la veda, per vederla deve diventare un minimo affrancato dall’agitazione della mente, dopo averla vista deve sperimentarla abbastanza a lungo da capire che è un piacere ancora più grande degli altri piaceri, e infine deve diventarne totalmente dipendente da dimenticare tutto il resto: corpo, io e mondo compresi. 

Ecco perché abbiamo creato il Ritiro Intensivo di Autoindagine Lungo!, in cui è possibile rimanere profondamente nel Sé e possibilmente diventare stabili. 

Peccato perdere una così preziosa opportunità… La vedete? Vi è reale? O e solo una pubblicità? 

http://www.itisnotreal.net/ritiri-spirituali/ritiro-lungo-di-agosto/

 

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.