Il pesce si dibatte nella rete

Caro Sergio, cerco di esprimere quello che provo come posso, ma so che tu riesci a capire i miei “travagli” meglio di me.
Ho sempre anelato ardentemente ad una fusione con Dio, con l’Assoluto (o come meglio lo vuoi chiamare). Ho sempre provato questo sentimento nella mia maniera; mi appariva più facilmente tra la  natura o in preghiera anche se non sono praticante e devota cristiana (sempre stata ribelle e poco propensa a seguire i preti). Ho seguito molte strade diverse e ora sono approdata all’Autoindagine che mi ha travolto.
Provo momenti di pura gioia e sono profondamente  grata di ciò a  Kundalini e cerco continuamente di riconoscere in Lei la mia Via Spirituale. Cerco di abbandonarmi a Lei come meglio posso, sto facendo mille tentativi di compiacerLa, di fondermi con Lei. Confesso però che non riesco a capire come  modellare la mia vita a Lei. In questo sono  completamente cieca, non vedo la strada da seguire… E come posso seguire questa strada se non ho una Guida?
Ti prego ardentemente di non abbandonarmi e di avere ancora tanta pazienza.
Ogni bene a te.

❖ ❖ ❖

Il pesce si dibatte nella rete.
Più si dibatte, più si intrappola.
Tu devi perdere per vincere!
Tu, l’io, deve morire!!!!!
Smetti di fare, smetti di tentare, smetti di lottare, smetti di modellare.
E lascia che ‘ESSO’ sia!
Chi fa? Chi tenta? Chi lotta? Chi modella?
Tu stai mantenendo l’ego in vita!
E smetti di dire che ti abbandono!!!
Woman of little faith.