la coscienza IO

Non lasciarti assorbire nella scena, nella situazione che stai vivendo. Resta centrato nella ‘coscienza IO’. Allora vedrai che tutta la scena è una proiezione del tuo sogno karmico, e quello che resta è l’IOità! Questa IOità sei tu, è il Divino, è il Sé. Devi perseverare a mantenere l’IOità se vuoi la liberazione, non c’è altro modo. All’inizio è difficile, ma poi ne sarai entusiasta, sentirai che finalmente ci stai riuscendo a venirne fuori dal sogno-droga; sentirai che hai questi potere! Non più avvilito e impotente di fronte al sogno-droga karmico. E se perseveri, la ‘coscienza IO’, l’IOità, si trasferirà anche al sogno e avrai solo sogni lucidi.

Perderai il mondo, che è il sogno-droga cosmico. Devi capire che all’inizio l’aspirante discrimina il Sé dal non-Sé. Poi, quando penetra profondamente il Sé, non c’è più differenza tra dentro e fuori – questo stato si chiama ‘sahaja nishta’ (dimorare nel Sé naturalmente). Ma non si tratta di una riabilitazione del mondo come tale, è l’IOità che si espande e abbraccia tutto. Così Roberta scrive: “Io non vedo gli altri come individui. Vedo negli occhi di tutti i miei occhi”.

Allenati a mantenere l’IOità in tutte le situazioni, non c’è altra strada. Se non riemergi come sognatore all’interno del sogno, la rinascita è sicura.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio. Contrassegna il permalink.