Tieni aperta la porta del tuo cuore

Rispetto al samadhi, tu non puoi determinarlo, perché il samadhi è la morte dell’ego. Anche se l’ego dopo ritorna, in quel momento muore veramente. Perciò pure il desiderare il samadhi, che è un moto dell’ego che vuole uno stato per sé, rappresenta un impedimento.

L’Amante non vuole uno stato, vuole l’Amato!

Al tuo livello, il modo per te che sei bhakta e pratichi japa e bhajan è rimanere costantemente connessa (il più possibile) alla presenza sottile del Maestro interiore – puoi immaginarlo con una forma o senza forma, come ti è più naturale – e abbandonarti a Lui sempre di più, soprattutto durante la pratica.

Tu tieni aperta la porta del tuo cuore all’Amato. Questo è tutto quello che puoi fare, e se il tuo amore è sincero non porrai condizioni all’Amato. Lui verrà, quando sarà il momento.

Condividi questo post:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.itisnotreal.net/la-porta-del-tuo-cuore/
Twitter