l’amore divino

sono partito da jnana e sono arrivato a bhakti.
in questa fase solo l’amore mi insegna.
non vedo nessun altro Dio all’infuori dell’amore
né alcuna realizzazione
al di fuori del pieno compimento dell’amore divino.

l’amore divino è l’unico antidoto certo all’ego
la conoscenza suprema potrebbe non scalzarlo definitivamente.
Però il gran valore di jnana, la conoscenza suprema,
è rendere possibile l’amore divino privo di attaccamenti.
se credi di essere un corpo che ama altri corpi
l’amore divino non sarà possibile.

è meglio jnana o bhakti?
entrambi irrinunciabili
entrambi passibili di decadere:
jnana in arida arroganza
bhakti in sterile esteriorità.

è meglio avere un buon maestro.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Uno dei maestri risponderà alle vostre lettere.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.