l’ego e la mente sono la stessa cosa?

L’EGO E LA MENTE SONO LA STESSA COSA?
Shivarudra Balayogi

Domanda: L’ego e la mente sono la stessa cosa?

Babaji:

L’ego è l’immaginazione della mente. Ogni pensiero della mente può essere considerato ego. Finché la mente ha pensieri, non potrò tornare al Sé. Tu sei la pace del Sé. La tua mente sta cercando pace e felicità nel mondo, ma queste non sono di questo mondo, sono del Sé.

Ma la mente non conosce il cammino, allora il Guru ti guida e ti mostra cosa stai cercando, ti dice: “Puoi farlo!” e ti indica la strada.

Per questo il Guru ha così tanta importanza nella tradizione spirituale. Un celebre canto di Kabir dice: “Se Dio e Guru vengono di fronte a te, a chi dovresti prostrarsi per primo? Dovresti prostrarsi prima davanti al Guru, perché è il Guru che ti ha mostrato Dio”.

Domanda: Se la mente non esiste e il Sé è pace come nasce l’ego?

Babaji:

In realtà non nasce mai.

Nello Yoga Vasistha alla fine Vasistha dice: “Tutto quello che ho detto è un’illusione, sperimenta semplicemente il Sé”. È così che insegnano i grandi Maestri. Se parlano troppo, daranno più immaginazioni alla mente e si crea un ciclo vizioso. Dunque fai la tua pratica spirituale.

NOTA DI SERGIO:

A volte mi chiedono di tenere delle conferenze sull’Advaita Vedanta e io declino l’invito. Che conferenze posso fare su Dio? Il Ritiro di Autoindagine è un format molto potente offerto a prezzo di costo; chi vi partecipa imparerà l’autoindagine, riceverà la guida e il darshan dei maestri, e sono altre le probabilità che abbia un’esperienza diretta in soli due giorni e mezzo. Dopo, se vorrà, potrà essere seguita nella sua pratica da un maestro realizzato: non gli viene chiesto denaro, né obblighi di affiliazione, né riti di iniziazione. L’affiliazione, se avverrà, nasce dall’amore, non da regole e vincoli. Chi desidera la verità mi raggiungerà al Ritiro, gli altri vorranno parole per la loro mente, ma io mi rivolgo ai primi.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Uno dei maestri risponderà alle vostre lettere.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio, Autori_Vari e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.