Mula Maya

Nisargadatta Maharaj: — La verità è soltanto il Brahman totale, nient’altro che Brahman. In uno stato di Brahman totale arriva il tocco dell’esistenza: “Io Sono”. Ma questo “Io Sono” non è semplicemente un principio qualunque: è Mula Maya, l’illusione primordiale.

* * *

Mulaakaasharupatrayam mahaamaayaa

LA RADICE SPAZIO APPARE IN TRE FORME
E QUESTE TRE FORME SONO CHIAMATE MAHA MAYA

L’energia primordiale è chiamata Mula Maya o Mula Prakruti,
ed è sotto forma di spazio.
Quando è condensata, appare sotto forma di luce,
quando è ulteriormente condensata, appare sotto forma di materia
attraverso l’illusione.

Quando l’energia primordiale, o la sua forma, si attiva in una speciale tecnica,
tale attività è chiamato consapevolezza.
Perciò:
1. la Consapevolezza come forma di attività,
2. la Luce come forma condensata dell’energia primordiale, e
3. la Materia come forma intensamente condensata
sono le tre forme di energia primordiale.

Queste tre forme sono chiamate Maha Maya.

 

Mahaamaayaakaaryagunavarnarupaani maya

LE FORME DI MAHA MAYA SONO
QUALITÀ, COLORE E MATERIA
INSIEME COSTITUISCONO MAYA

Le forme di Maha Maya che costituiscono:
Consapevolezza
Luce (condensata)
e Materia (intensamente condensata)
sono rispettivamente: Qualità, Colore e Forma.
Queste tre forme di Maha Maya insieme sono chiamate: Maya (illusione).

Una Qualità è solo un orientamento specifico della consapevolezza.
Un Colore è solo una frequenza specifica della luce.
Una Forma è solo un disegno specifico della materia.

 

Dve dashe pruthagvaachye

IL PIANO ASSOLUTO E IL PIANO RELATIVO
SONO COMPLETAMENTE SEPARATI

La causa è il piano assoluto e il suo effetto è il piano relativo.
L’oro è la causa e il gioiello è il suo effetto.
L’oro non ha un forma ma il suo effetto, il gioiello,
ha una forma specifica.
Quando parli della bellezza della forma del gioiello,
la quantità e la qualità dell’oro non sono toccate.
Quando parli della qualità e della quantità dell’oro,
non dovresti menzionare la bellezza del designo del gioiello.
Il primo è il piano assoluto, il secondo è il piano relativo.
Quando sei di un piano,
non dovresti prendere l’altro piano e confonderlo.

 

Pruthakkrutadashaadvayavaadino guravah

I MAESTRI SPIRITUALI DANNO COMMENTI
SU UNO DI QUESTI DUE PIANI SEPARATAMENTE

I tre grandi predicatori spirituali:
Shankara, Ramanuja e Madhva
hanno dato commenti su uno di questi due piani separatamente.

Shankara si elevò su un piano assoluto e diede il suo commento su quello.

Ramanuja e Madhva stavano su un piano relativo
e davano su quello i loro commenti.

Se mescoli i loro commenti,
otterrai confusione a causa della contraddizione.
I due piani si contraddicono
e si contraddicono quindi anche i commenti corrispondenti.
Se metti a confronto i commenti sui due piani
creerai contraddizioni tra loro.

 

Sannastasyaasajjagat

IL MONDO È REALE PER GLI ESSERI UMANI
MENTRE È IRREALE PER DIO

Dio è la causa e il mondo è l’effetto.
Anche gli esseri umani fanno parte del mondo.
Dio è sul piano assoluto e il mondo è sul piano relativo.
Gli esseri umani e il resto del mondo si trovano solo sul piano relativo.
Quindi, il genere umano e il resto del mondo appaiono reali l’uno all’altro.
Dio non dev’essere riferito al piano relativo.
Se saliamo sul piano assoluto
Gli esseri umani e il resto del mondo
diventano irreali per Dio.
La visione di Dio è relativa al piano assoluto
e non può essere riferita alla visione umana.
Allo stesso modo la nostra visione è confinata al piano relativo
e non dev’essere riferita alla visione di Dio.