nessun ‘lì’ in cui andare

Allieva: Quando pongo le domande di autoindagine la mente non cerca più di rispondere e si aprono molte immagini, molto flusso di pensiero, ma non vado oltre questo. L’attenzione rimane in superficie sebbene la mia intenzione iniziale sia di andare a fondo.
Probabilmente il desiderio, più che altro la brama di andare lì, è ciò che ostacola veramente. Questo non lo comprendo…

Anna Gagliano:

  • “Quando pongo le domande la mente non cerca più di rispondere e si aprono molte immagini, molto flusso di pensiero, ma non vado oltre questo”.

Bene, indaga: dove sei tu rispetto a questi oggetti?
Quando rivolgi l’attenzione verso l’interno la mente può essere quieta o agitata, il fatto che vi siano pochi o molti pensieri di per sé non è rilevante.
Lo schermo è forse toccato dalle immagini che si susseguono in esso?
Se percepisci coinvolgimento, senza provare a cambiare ciò che è, prendi nota e torna a cercare il soggetto percipiente, chiedendo: chi sono io?

  • “Non vado oltre questo. L’attenzione rimane in superficie sebbene la mia intenzione iniziale sia di andare a fondo”.

Chi dice: l’attenzione rimane in superficie? 🙂

  • “Probabile che il desiderio, più che altro la brama di andare lì, è ciò che ostacola veramente”.

Dove va tua volontà, lì va la tua attenzione. Senza di essa non vi sarebbe la spinta alla pratica.
Cos’è per te questo lì?
Spesso l’ostacolo è un’idea di questo ‘lì’, un immagine di come dovrebbe essere. Non c’è alcun ‘lì’ in cui andare.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Uno dei maestri risponderà alle vostre lettere.
Questa voce è stata pubblicata in Anna Gagliano, Dialoghi dal Sangha. Contrassegna il permalink.