l’oggetto del desiderio

Non permettere che vada fuori da te.
Shakti, il flusso proiettivo, dev’essere riportato in te.
Riconosci che l’oggetto del desiderio sei tu stesso
e riporta shakti in te.
Quindi è beatitudine e amore divino.

Sii consapevole che ciò che desideri sei TU,
anche se appare come auto, partner o altro oggetto esterno.

Tutti gli oggetti esterni che ami
sono proiezioni del Sé.
Se li riconosci come oggetti esterni
sei deprivato e sei nel bisogno;
se li riconosci come Sé
non ti manca niente e sei nella Pace.

Quando riconosci che il Sé è il vero oggetto dei desideri
il Sé finalmente appare in tutta la sua indicibile/irresistibile bellezza
e diventa la fine dei desideri stessi.
L’energia sessuale
che prima si rivolgeva a partner esterni
si trasforma in desiderio bruciante per il Sé
e porta al samadhi.

La shakti (attenzione) creatrice della molteplicità
si immerge nel Sé
ed è la non-dualità e la Realizzazione.

Un buon lavoro sulla vacuità dei fenomeni
spiana la strada a queste realizzazioni.

Condividi questo post:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.itisnotreal.net/oggetto-del-desiderio/
Twitter