ogni tanto mi sembra di perdermi

— Stamattina quando mi sono svegliata stavo ancora un po’ male. Sono rimasta distesa nel Sé ad ascoltare le musiche del Ritiro. Mi sono sganciata dal corpo e ogni fastidio si è attutito fino a sparire del tutto. Poi di pomeriggio è ripreso un po’ il malessere e piano piano di nuovo si è attenuato fino a non percepire più nulla. Ora sto bene e sono in pace.

— Stai andando molto bene verso la liberazione.

— Ogni tanto mi sembra di perdermi, quando mi percepisco un po’ più immersa o coinvolta. Ma so che è una percezione/paura della mente e che non è reale.

— Se mi permetti, in questi momenti di défaillance che abbiamo tutti, stai nel testimone, così non cadi nell’identificazione con la tua persona. Stando nel testimone, dovresti ricentrarti subito, e l’esperienza del Sé rimane ininterrotta.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Uno dei maestri risponderà alle vostre lettere.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio, Dialoghi dal Sangha e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.