il cielo limpido di Shiva è sempre davanti agli occhi

Shiva (il cielo limpido) è sempre davanti ai nostri occhi. Non lo vediamo perché, a causa della nostra identificazione coi movimenti mentali (le nuvole), ci agganciamo ad essi dando loro risalto, forza e durata. Quando l’identificazione cessa, i movimenti mentali non sono più in grado di offuscare il cielo di Shiva, anzi tendono a quietarsi fino a raggiungere uno stabile silenzio interiore che io amo chiamare ‘il respiro del Sé’. Con l’espandersi, il silenzio e il distacco dalla mente Continua a leggere →
Pubblicato in Articoli_di_Sergio | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

quando sono sveglia, quando dormo e quando sogno: Io Sono

Ciao Marco. Ho praticato autoindagine con il koan ‘stai nell’osservare’. Non è profondo come quando pratichiamo insieme, ma ti racconto com’è andata. Inizio con una postura comoda e subito sento meno il corpo, poi appena chiudo gli occhi non ci sono più immagini e percepisco un nulla, e mi metto in osservazione. La mia mente comincia a fare una discussione tanto inutile quanto sterile con una persona che neanche è presente in questo momento nella mia vita. Osservo e mi infastidisco, Continua a leggere →
Pubblicato in Dialoghi dal Sangha, Marco Mineo | Lascia un commento

non occorre sforzo per sentire di essere

Ciao Marco, ho avuto l’assoluta percezione che tutto quello che appare ai miei occhi, all’esterno di me, sia una mia emanazione. Mentre guardavo degli alberi con le foglie che si muovevano al vento, ciò che vedevo ha iniziato ad apparirmi irreale, le forme hanno iniziato a sovrapporsi e a perdere la loro tridimensionalità e questo ha aumentato il mio sconcerto. Questa percezione di irrealtà di quello che vedo, mi ha provocato un senso di ‘straniamento’ che mi ha accompagnato per Continua a leggere →
Pubblicato in Dialoghi dal Sangha, Marco Mineo | Lascia un commento

la meditazione per sempre

vivo nell’amore dei miei amati!
fino alla fine, bruciando,
senza posa.
fino a essere Uno
fino a portarli all’Uno.
questa la mia meditazione
per sempre.

 

Pubblicato in Articoli_di_Sergio | Contrassegnato | Lascia un commento

l’amore donativo che sfocia nel samadhi

Vi è un passo di ineffabile bellezza in Romeo e Giulietta – ricordato da Diego Fusaro nella critica al ‘do ut des’ (ti do affinché tu mi dia) della società capitalistica mercificante – in cui Giulietta ci insegna come la passione amorosa possa mantenersi donativa, anziché egoistica, e sbocciare così nel samadhi. È un insegnamento che dovreste utilizzare con i vostri allievi nel guidare l’energia sessuale. Il segreto è: “Lo/la desideri? Ama di più e di più e di più…!”. SCENA Continua a leggere →
Pubblicato in Articoli_di_Sergio | Contrassegnato , | Lascia un commento

Avadhut Gita

Un’amata sorella posta dei versetti dall’Avadhut Gita: “Non ci sono mondi, non ci sono sacre scritture, Dei, religioni, sacrifici, non ci sono classi, tribù di famiglia, nazionalità, non c’è alcun sentiero oscuro né alcun sentiero luminoso. C’è solo la più alta Verità, il Brahman Assoluto.” “L’Avadhut non ha relazione con le cose del mondo, perché il suo naturale stato di Autorealizzazione rende tutto il resto insignificante. Morte e nascita non hanno significato; lui Continua a leggere →
Pubblicato in Articoli_di_Sergio, Dialoghi dal Sangha | Contrassegnato , | Lascia un commento

ritiro di fine giugno – report 2

Negli ultimi tempi ho avuto la fortuna di sentirmi assordata dalle mancate risposte, risucchiata dai molteplici stimoli esterni, immobilizzata dalla vastità di possibilità da cogliere, angosciata dal fallimento delle relazioni – che è quasi sempre un fallimento della comunicazione, come osservava Zygmunt Bauman a proposito di società liquida. Ho avuto la fortuna, ho detto, perché questa inquietudine, la solitudine, il magma di ricordi a distogliermi dal presente e la sensazione di non essere Continua a leggere →
Pubblicato in Report dai Ritiri | Contrassegnato | Lascia un commento

ritiro di autoindagine di fine giugno – report 1

Giovedì ho iniziato il mio primo ritiro di autoindagine di 3 giorni sulle bellissime colline Piemontesi. Il ritiro ero organizzato molto bene, con regole assolutamente indispensabili per rimanere sempre in contatto con il proprio Sé. Tra queste: niente orologi, cellulari spenti… Gli assistenti pensavano a tutto, ti venivano a svegliare, e la campanella ti avvertiva e scandiva i tempi della giornata: per la colazione, per la meditazione, per la passeggiata, per l’ora di lavoro ecc. ecc. Il Continua a leggere →
Pubblicato in Report dai Ritiri | Contrassegnato | Lascia un commento

Ritiro Lungo di Autoindagine – Gennaio 2018

Ritiro Lungo di Autoindagine 1 – 7 Gennaio 2018 Ho voluto fortemente il Ritiro di Autoindagine di fine Giugno per amore verso gli aspiranti realmente desiderosi di Liberazione. È impossibile a casa, da soli, raggiungere l’intensa e la profonda di meditazione che si raggiungono ai Ritiri. Al Ritiro si beneficia della sinergia derivante della meditazione di tutto il gruppo e del darshan dei maestri, pronti in tempo reale a dare la guida necessaria e a chiarire ogni dubbio che possa sorgere. Io Continua a leggere →
Pubblicato in Articoli_di_Sergio | Lascia un commento

lo splendore inenarrabile

Più in fretta l’aspirante si arrende al fatto che tutto e Vuoto, più in fretta si dissolve la materia. Per materia intendo qualsiasi struttura, e quindi la mente, i concetti, l’ego. Il creato in quanto materia-struttura si dissolve. Resta lo SPLENDORE inenarrabile!

Pubblicato in Articoli_di_Sergio, Dialoghi dal Sangha | Contrassegnato | Lascia un commento