Pratica spirituale versus vita normale

La pratica spirituale nasce dalla necessità di appartarsi per fare degli esercizi, delle tecniche spirituali. Ma quando non ci sono più tecniche da fare e l’unica tecnica, per così dire, è lo stato naturale di “Stare nel Silenzio del Cuore”, anche i concetti di sadhana e di vita cosiddetta normale fuori dalla sadhana, crollano.

Allora ci si rende conto che la propria limitata condizione umana, da cui si era scappati rifugiandosi nella sadhana, è solo un altro contenuto mentale con cui confrontarsi – cioè un altro contenuto non da rifuggire, ma da accettare, osservare e quindi trascendere.

Condividi questo post:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.itisnotreal.net/pratica-spirituale-vita-normale/
Twitter