La presenza nel sogno

Vedi Sergio, mi hai acceso una luce che ha mostrato questa cosa. È da sempre così. Non mi sono mai chiesta cos’era, né della sua importanza. Aver visto questo mi sta ancorando. La consapevolezza osserva che la mente [l’intelletto] aveva bisogno di ricevere questa conferma.

La presenza nel sonno ‘OSSERVA’, così come nella veglia. È testimone di ciò che la mente pensa e/o sogna, interagendo con essa. A volte è ferma, altre volte viene risucchiata. Stessa identica cosa nella veglia. Nel sogno addirittura c’è la consapevolezza dei pensieri che si stanno per manifestare. Per esempio, sto avendo un diverbio… i pensieri vengono osservati ancor prima di potersi esprimere. C’è coscienza di cosa sta per formarsi. Non è sempre così, ma oserei dire che lo è quasi di più nel sogno che nella veglia.

Da questa introspezione è emersa una definizione di ‘Presenza’: LA COSCIENZA DI COSA SI STA FORMANDO NELLA MENTE È PRIMA DELLA MENTE.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.