Qualsiasi cosa appaia

Qualsiasi cosa appaia,
qualsiasi,
all’interno o all’esterno,
NON È ALTRO CHE TE!

Stai cercando il samadhi,
lo stato d’unione…
allora cosa aspetti a riconoscerlo?
Perché perpetuare la farsa
che ci sei tu
e qualcos’altro che non sei tu?
Solo perché ti sei ormai
abituato così?

Devi solo riconoscerlo.
Riconoscere che
qualsiasi cosa appaia
non è altro che te,
e lasciare che il piano fisico,
che è un sogno,
vada secondo le proprie leggi.

Lo so che non si può
schiacciare l’interruttore
ed entrare in samadhi a volontà
– questo è possibile solo quando
non è più necessario lo sforzo,
e quindi è possibile dal nirvikalpa samadhi –,
ma riconoscere con la discriminazione
che qualsiasi cosa appaia
non è altro che noi stessi,
e sentire di conseguenza,
ci apre le porte del samadhi
anziché tenerci avvizziti nella gabbia concettuale
di una sclerotica individualità immaginaria.

Sei ogni cosa
e contemporaneamente
oltre ogni cosa.
Sei contemporaneamente
amore e trascendenza.

Se tutto sei tu,
che cosa c’è da pensare?
Il pensiero si relaziona sempre a qualcosa;
ora però tutte le cose stanno ritornando in te.

Mettiamo che hai paura della morte:
la paura della morte sei tu,
la morte stessa sei tu,
il dopo morte sei tu…

Si giunge a una certa immobilità
e arriva il Silenzio.

Il Silenzio è inconsapevolezza
di mondo, mente, corpo e ego.
Sei indifferente a qualsiasi cosa
e adesso vedi chiaramente
che il Sé è l’unica Realtà.
C’è solo il Sé.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.