Reduci dal Ritiro – 2

Sono appena tornato dal Ritiro. Durante una delle prime diadi, dopo aver ricevuto il koan ‘porta l’attenzione all’io’, ho chiuso gli occhi e come in genere mi accade ho visto tutto nero, uno sfondo nero. Di solito era un momento di crisi e confusione, perché cercavo di partire da lì per lasciare emergere e essere presente a contenuti mentali o percezioni provenienti da fuori, ecc… ma per fare questo mi ostinavo a voler cambiare o aggirare o eliminare quello sfondo scuro, facendo il doppio errore di considerare quello sfondo nero come mio ‘io’ e di volerlo anche correggere o cambiare perché effettivamente quello sfondo nero non è che fosse un granché di io-soggetto indagante 🙂 Dato che ci rimanevo inchiodato sforzandomi inutilmente di togliermelo dai piedi per poter ‘vedere’ qualcosa da percepire dietro di esso. Poi, in quella diade di martedì, la scoperta dell’acqua calda: quello sfondo nero ERA SOLO UN OGGETTO della mia indagine!… È bastato fare un piccolo passo indietro e guardarlo così com’era e percepirlo come percepivo altri rumori, voci e suoni di quel momento e tutto si è messo a posto. Le voci non mi davano più fastidio e i rumori non disturbavano: ho avuto una specie di sobbalzo… e una gioia che mi ha provocato le lacrime, una gioia dovuta al sollievo dalla fatica spesa a cercare di correggere le cose.

Effettivamente, come ha scritto il nostro maestro, quello sfondo nero era un’impressione mentale. Poi questa ‘cognition’ ha avuto degli alti e bassi durante il Ritiro, ma mi è rimasta come stella polare.

Per ora: Grazie Ritiro! Grazie Renato e Roberta.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Report dai Ritiri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.