riguardo alla separazione…

— Riguardo alla separazione, la prova sta nel fatto che la mia esperienza è diversa dall’esperienza di altri esseri umani. Se non ci fosse separazione ci sarebbe la stessa percezione.

Marco: — È il piano relativo. Io parlo del piano assoluto, in cui ogni cosa che è, è vista in quanto ‘Essere’ e basta, e non come esperienza mutevole. Puoi vedere le immagini proiettate come immagini, ma anche come sola luce.

Tu dici: “Se non ci fosse separazione ci sarebbe la stessa percezione”. Infatti, la percezione di ‘Essere’ è la stessa per tutti.

Nota l’esperienza che non muta. Non la si può capire col pensiero discorsivo – il pensiero è un’esperienza mutevole – ma col SENTIRE l’Essere.

Osserva, nota che tutto ciò che osservi è mutevole tranne il senso di ESISTERE.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Uno dei maestri risponderà alle vostre lettere.
Questa voce è stata pubblicata in Dialoghi dal Sangha, Marco Mineo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.