RITIRO – Report 1

Non so se scriverò in futuro un lungo resoconto di come si sono svolte le cose. Posso brevemente riassumere così:
Sono partita che stavo male, durante sono stata peggio, sono arrivata in fondo che stavo da Dio!
Non so se e quando e quanto io sia stata in stato di contatto diretto ma posso dire che ho contattato diversi mostri di profondità e li ho affrontati come meglio ho saputo.
Il risultato è stato AMORE
Non il mio amore per qualcuno, ma percepire e sentire L’AMORE che attraversa tutti gli esseri umani. Quello che è impersonale, inestinguibile, indistruttibile, inesauribile, inalienabile…. Quello lì, insomma
Anahata.
Ho persino sentito che in fondo in fondo amo anche [qui il nome di due persone con cui non ha avuto buone relazioni].
Quell’amore che, una volta percepito, fa sì che una persona non possa più ferire altri così, a caso e neanche a ragione.
(esiste una ragione???)
Insomma che bisogna diffondere in tutto il mondo i Ritiri intensivi come mezzo per la nuova rivoluzione gentile.

E concludo così:

ancora una volta Amato
prima che io ti lasci
lascia che io scivoli nel tuo abbraccio
dove perdere tutto
diventando nulla.
ancora una volta
prima di tornare
al clamore del mondo
lasciami godere
il tuo silenzioso canto

Condividi questo post:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.itisnotreal.net/ritiro-report-1/
Twitter