se vuoi la liberazione

Dopo aver avuto un ‘risveglio’, cioè dopo aver conosciuto la bellezza del Divino, se vuoi la Liberazione devi impegnarti a questa austerità (tapas): DEVI ABBANDONARE GLI ATTACCAMENTI!

Dev’essere una disciplina, un impegno costante a rinunciare ad ogni attaccamento che appare.

Non essere violento con te stesso. Si tratta di autoindagine, il lavoro è soprattutto quello di divenire consapevole che è ciò che dovete fare. Non appena tale consapevolezza diviene matura, in quella misura emergeranno delle azioni spontanee che muteranno il tuo comportamento, le tue abitudini, all’esterno come dentro di te. non si tratta quindi di annotarsi una condotta ideale e di forzarti a seguirla.

Per far questo: ABBANDONARE GLI ATTACCAMENTI, devi convincervi (e anche questo dev’essere un impegno continuo) che tu vali di più di qualsiasi sogno, desiderio o realizzazione esterna; non come ego, ovviamente, ma come Sé, e se hai avuto un risveglio sapete cosa sto dicendo.

Non perdete tempo a inseguire gli attaccamenti. Non lasciare che sia il dolore della vita ad esaurirli!

Giunto a preferire il Sé a ogni altra cosa, allora ti realizzi. Sarà naturale rimanere nel Sé, non avrai distrazioni-desideri che ti portano fuori. Puoi aiutare questo processo con la VIGILANZA, riconoscendo ogni attaccamento come non-TE.

Quando poi la bellezza del Divino diverrà sopraffacente, non vi sarà più bisogno di questo sforzo.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.