stabile

Marco 02bQuando fai qualcosa la mente e i sensi devono essere totalmente attivi, ma se sei realizzato c’è sempre una parte di te che guarda il tuo personaggio dall’esterno. Alcuni dicono “La presenza in ogni momento”. Quando invece dai il Darshan ti interiorizzo, la mente si ferma e diventi Shiva. A volte qualcuno vede la propria persona mentre è impegnata a fare qualcosa da dietro, come se fosse alla spalle; ma la localizzazione non ha importanza…

Marco dice: “L’osservazione è continua, può poggiarsi sull’esteriore senza perdere se stessa, o posarsi solo su se stessa, senza cognizione di una mente”.

Chi non è ancora realizzato invece si identifica totalmente con la sua persona e si sente l’autore delle azioni.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Uno dei maestri risponderà alle vostre lettere.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio, Marco Mineo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.