La morte di un proprio caro

Io quasi impazzii dal dolore per la morte di mia moglie. Avevo già molti anni di pratica spirituale, molte esperienze dirette, ma dopo la morte di mia moglie mi resi conto che fin quando non siamo consapevoli che il corpo fisico è un’illusione, possiamo avere tutte le esperienze spirituali possibili, ma inevitabilmente restiamo legati mani e piedi all’identificazione con la condizione umana. Mi sentivo una pianta senza radici, come tagliato a metà… Capii che potevo risolvere il dolore Continua a leggere →

Un metodo per evitare la sofferenza

— Caro Sergio, ti prego insegnarmi il sistema per accettare, sopportare l’invadenza di certe persone, la loro esuberanza e a volte il loro comportamento offensivo. Quando sono di fronte a loro io mi concentro sull’ ‘IO’, il Sé. Ma nonostante i miei tentativi mi sento risucchiata da queste presenze, ferita dalle loro  false comunicazioni, e mi osservo forzata in un comportamento ipocrita per paura di ferirle. Cerco di trovare l’amore e  la compassione per accettarle, ma non ne sono Continua a leggere →

Sadhana: Volontà e Resa – La Relazione Col Guru

Come rimanere in contatto con Shakti e con Shiva? L’ego può prendere l’Energia Divina e usarla per renderci ancora più schiavi degli ego-desideri. Cosa impedisce al Sé di essere semplicemente Sé? L’essere legato a uno scopo! Essere senza desideri e ‘servire’ il Guru è l’unico scopo appropriato!   Volontà e Resa In una prima fase, relativamente lunga, la sadhana necessita di disciplina e sforzo. Non date retta ai maestri new age di varie tendenze che Continua a leggere →

Krishna

— Maestro, quel è la ragione simbolica del colore scuro della pelle del Signore Krishna? — È blu scura, o meglio, nera. Egli simbolizza il vuoto oscuro. Il sadhaka che è uno col buio vuoto interiore è uno con Krishna. — È molto strano, perché Krishna è conosciuto come il difensore del Dharma nel significato di “comportamento etico”, ma nella Bhagavad Gita egli parla come se fosse Shiva e ora tu mi dici che lui rappresenta anche il nero vuoto interiore… Mi chiedo:  cos’ha Continua a leggere →