la consapevolezza è sempre con te

Nisargadatta: – Il Maestro Indica il cielo, ma vedere le stelle è compito vostro. Qualcuno impiega più tempo per vedere le stelle, tutto dipende dalla serietà della ricerca. Visitatore: – Quali esercizi devo praticare per giungere alla Consapevolezza? Nisargadatta: – La Consapevolezza è sempre con te. Basta rivolgere alla tua interiorità la stessa attenzione che rivolgi all’esterno. Continua a leggere →

un colossale ‘Truman Show’

Carissimo Sergio, oggi ho ottenuto la piena consapevolezza che la vita mondana è una trappola. Un colossale ‘Truman Show’ in cui sono rimasto coinvolto per eoni. Sono senza parole, avevo questo dato nella mente da tanto tempo ma non lo avevo recepito, ora sono travolto da gioia e nausea contemporaneamente. L’unico movimento sensato in questa trappola è perseguire la consapevolezza e ‘raggiungere’ l'Amore. Ti abbraccio e ringrazio per la perseveranza che hai agito in tanti anni e Continua a leggere →

l’essenza e l’allungare il brodo

La pura consapevolezza occupa tutto. La Liberazione è come il sonno profondo quando non si è inconsci: Solo Pura Consapevolezza e Nulla Più. Devi essere come nel sonno profondo. Se tu mediti e appaiono distrazioni vuol dire che per te il sogno esiste ancora. Questo no buono. Si parla di tante cose nella spiritualità. Questo perché l’essenzialità del fatto che esiste solo la pura consapevolezza è troppo per la stragrande maggioranza degli aspiranti. Allora si allunga Continua a leggere →

tenuti, non guariti

Smetti di cercare di guarirti, di sistemarti, persino di risvegliarti. Smetti di cercare di far avanzare velocemente il film della tua vita. E lascia andare anche il ‘lasciare andare’. Sii qui! Il tuo dolore i dispiaceri i dubbi i desideri più profondi i pensieri spaventosi: non sono errori e non stanno chiedendo di essere guariti. Stanno chiedendo di essere tenuti qui, ora leggermente tra le braccia amorevoli della presente consapevolezza... Jeff Foster Continua a leggere →

sul karma e la consapevolezza imperitura

Questo passo è bellissimo! Vengono chiarite importanti questioni. Inoltre si riconferma la visione di Sri Bhagavan per una consapevolezza imperitura. * * * Inviai a Sri Bhagavan una parte di un discorso sul prarabdha karma (il karma che si estrinseca nel presente) in cui si sosteneva che anche lo Jnani, dopo l’Autorealizzazione, è soggetto al prarabdha karma fin quando è soggetto agli involucri corporei. La risposta dell'ashram del 17 Dicembre 1938: «Abbiamo letto con interesse la Continua a leggere →

la consapevolezza che osserva la consapevolezza

R., il Testimone è il Sé, e la Consapevolezza pura, neutra, fino a non sapere cosa vede, esattamente come una lastra fotosensibile non sa cosa ritrae. Contemplare il Testimone significa: la Consapevolezza che osserva la Consapevolezza. La contemplazione ti porterà a fonderti: Consapevolezza nella Consapevolezza, né più oggetto né più soggetto. I pensieri si acquietano o si fermano, il mondo sparisce. Puoi anche non sapere che sei nello stato unitivo e te ne accorgi quando ne sei uscito. La Continua a leggere →

Mula Maya

Nisargadatta Maharaj: — La verità è soltanto il Brahman totale, nient’altro che Brahman. In uno stato di Brahman totale arriva il tocco dell’esistenza: “Io Sono”. Ma questo “Io Sono” non è semplicemente un principio qualunque: è Mula Maya, l’illusione primordiale. * * * Mulaakaasharupatrayam mahaamaayaa LA RADICE SPAZIO APPARE IN TRE FORME E QUESTE TRE FORME SONO CHIAMATE MAHA MAYA L’energia primordiale è chiamata Mula Maya o Mula Prakruti, ed è sotto forma di spazio. Quando Continua a leggere →

fede nel guru e nell’insegnamento

— Maestro, probabilmente la purificazione sta procedendo bene. Questa notte ho sognato che ero in diade con degli sconosciuti e, improvvisamente, alcune persone hanno iniziato a parlare come se fossero indemoniati, con gli occhi che si ingrandivano ed anche io parlavo con una voce simile a quella del diavolo nel film l’esorcista. Ricordo in particolare un bambino che si trasformava come nei film horror parlando come se fosse indemoniato. Ad un certo punto, in preda al terrore ed al panico più Continua a leggere →

mantieni la consapevolezza di essere tutto ciò che appare alla tua coscienza

La sentenza di Marco: “il vero distacco lo trovi quando abbandoni la separazione” non è facile trovarla in giro, non in maniera così lapidaria. Marco è un meraviglioso Maestro, e come tutti i buoni maestri è in grado di estrarre dalla proprio esperienza spirituale principi che possono tramutarsi in pratiche per aiutare la sadhana degli allievi. Prendo spunto dall’affermazione di Marco per una riflessione: Vi sono aspiranti che pur avendo molte esperienze non-duali si ricoinvolgono Continua a leggere →