mi ha stupito la mia stabilità emotiva…

Maunin Sadhvi: — Carissimo Maestro, come sai i miei report non sono mai tempestivi. Di solito mi godo per qualche giorno la pace del post ritiro e poi lo elaboro. Stavolta però sono stati gli eventi che mi hanno fatto ritardare perché, appena tornata a casa, mia mamma non stava bene e ho dovuto occuparmi di lei. Nei giorni in cui ho dovuto gestire il suo malessere, con anche un ricorso al pronto soccorso, mi ha stupito la mia stabilità emotiva. L’assenza di emozioni mi ha fatto temere Continua a leggere →

Nisargadatta Maharaj – Dialogo (1979)

Testo tratto dai video: https://www.youtube.com/watch?v=iWnGwAIQybw&feature=youtu.be&t=7m10s https://www.youtube.com/watch?v=PlDZyuosu2M Le pratiche spirituali possono portare l’individuo a trascendere dal corpo-mente al Sé (Coscienza). Grazie a quel percorso il tuo amore per il Sé sarà maturo. Tutto lo scopo della devozione è questo. Tu ti identifichi con il tuo corpo ma in verità sei incorporeo, senza forma. Tutti i desideri non affiorano dalla coscienza? Fa solo ciò Continua a leggere →

chi sono io?

Quando finalmente si pratica bene l’autoindagine “Chi sono io?”, il mondo implode nell’Io Sono. Il Sé manifesto (l’ex-mondo) non scompare, ma per lo Jnani non è diverso dal Sé immanifesto. Naturalmente il movimento del Sé manifesto è solo osservato, lo Jnani non vi si oppone, sarebbe come avere sfiducia in Dio. Questo fa sì che l’attenzione rimanga sempre sull’Io Sono, che è Brahman, l’unica Realtà. Continua a leggere →

seguo i tuoi post…

— Seguo i tuoi post. Grazie. Sperimento attraverso il corpo la vita, talvolta il corpo si dissolve e percepisco... lo chiamo l’abbraccio di Dio... perché non saprei spiegarlo meglio. Leggendo dal tuo profilo trovo spunti e trovo anche riscontro a certi stati che sperimento quando 'sono' nella disidentificazione. Forse non c’è proprio da fare niente, semplicemente essere e lasciare che sia nella consapevolezza della perfezione dell’essenza come emanazione della coscienza stessa... Continua a leggere →

Esso brilla sotto forma di ‘IO’

Il tuo dovere è ESSERE, non essere questo o quello. ‘IO SONO L’IO SONO’ riassume tutta la verità. Il metodo è: ‘SII QUIETO’ [‘SII QUIETO’ significa: essere libero dai pensieri – talk 480]. Cosa significa stare nella ‘QUIETE’ del non-pensiero? Significa ‘distruggi te stesso’, perché qualsiasi forma o caratteristica è la causa del problema. Rinuncia alla nozione ‘Io sono così e cosà’. I nostri sastra dicono: Esso brilla sotto forma di ‘IO’. [Sri Continua a leggere →

quel “Io Amo” è manifesto

Le persone sono così interessate alle mie parole che nessuno cerca realmente di scoprire cos’è quella coscienza-bambino [la pura coscienza senza ego]. Soltanto quando ti stabilizzi nella coscienza puoi conoscere quella coscienza-bambino. Il seme dell’universo è senza dimensioni, ma a causa del corpo, la coscienza appare e si identifica col corpo, anche se in effetti ogni cosa è coscienza manifesta, onnipervadente. Quel “Io Amo” è manifesto. Per l’intero universo Continua a leggere →

l’IO SONO universale

Sri Ramana Maharshi, colloquio 188: — L’essenza della mente è consapevolezza, coscienza. Quando però è l’ego a dominarla, la mente funziona come facoltà di ragionare, di pensare e di sentire. La mente cosmica, che non è limitata dall’ego, non ha nulla che la separi da se stessa e dunque è unicamente consapevole. Questo è ciò che vuol dire la Bibbia con “Io Sono Colui che Sono”.

tu sei l’IO SONO!

tu sei l’IO SONO! puoi essere un genio o cerebrolese ammalato o in buona salute essere un santo o un peccatore… questi attributi riguardano la persona non TE. stai nell’IO SONO. all’inizio ti sembrerà che sia la persona ma se continui scoprirai che è Dio cioè TU. quando ti accorgi che ti sei distratto e identificato con una delle varie identità che costellano la tua mente ritorna all’IO SONO. questo è tutto questo porta a compimento questo spezza le radici del Continua a leggere →