braccia e mani si muovevano in una danza e cantavo una melodia…

Caro Sergio, ti sto scrivendo in uno stato di immensa beatitudine. Oggi pomeriggio, quando sono tornata a casa dal lavoro, sentivo che Lei [la Dea] voleva fare qualcosa. Non c’è stato qualcosa di particolare che me l’ha fatto capire, ma lo sentivo già al lavoro. Sono entrata in casa ho detto “ok, adesso fai ciò che vuoi” e sono iniziate immediatamente le respirazioni kapalabhati e sono andate avanti per tutto il pomeriggio. Quando si interrompevano portavo avanti il lavoro, quando Continua a leggere →

Kundalini guida la sadhana

Caro Sergio, ti scrivo di alcune esperienze capitate tra giovedì, dopo la meditazione e stamattina molto particolari e anche scioccanti. Giovedì pomeriggio ho dormito un po’ e quando è suonata la sveglia mi sono svegliata senza ricordare nulla, la mente ha cominciato a ricostruire “Suona la sveglia, che giorno è? È mattina”, poi all'improvviso è tornato tutto. Mi sono capitate delle esperienze simili anche verso aprile/maggio, l’altra volta mi sono dimenticata di dirtele. Una Continua a leggere →

si è risvegliata la Kundalini

Aspirante: — Vorrei chiederti una cosa: come posso proseguire la mia pratica? Mi spiego meglio: ho iniziato meditazione Vipassana un anno e mezzo fa. Non ho mai fatto ritiri di meditazione o autoindagine. Ho fatto meditazione tutti i giorni per 40/50 minuti. Ho iniziato ad avere la crisi dell'io verso Aprile e Maggio e poi d'estate ho iniziato ad avere assorbimenti, percepire la Coscienza e infine l’Essere-Consapevolezza. Ho proseguito con la meditazione anche in questi mesi, ma dall’inizio Continua a leggere →

crisi e paure – come affrontarle?

Gli aspiranti che hanno, per volontà divina o per le pratiche che hanno seguito, una kundalini molto attiva vanno attraverso crisi intensissime cui la volontà non si può opporre. Certo possono imbottirsi di tranquillanti per cercare di sedare la Dea, ma è una soluzione parziale e temporanea, cioè non è una soluzione. L’unica soluzione possibile è abbandonarsi alla crisi/paura e lasciare che faccia il suo lavoro, senza impedirlo. Come sciogliere il molosso che vi sta latrando contro e lasciare Continua a leggere →

non puoi afferrare il Sé. tu sei il Sé!

Di seguito un dialogo tra un allievo e Roberta Gamba. Per comprenderlo bisogna sapere che questo allievo si è ritrovato in questa vita con una kundalini eccezionalmente attiva, e ciò spiega l’intensità delle sue crisi. Egli non aveva insegnamenti per fronteggiarle, si rivolse a me e io lo affidai a Roberta che ha passato vittoriosa, in prima persona, tutte queste difficili – a volte terrificanti – esperienze. Ella dunque conosce molto bene tale terreno, ed è altresì saldamente e irreversibilmente Continua a leggere →

che sogno strano

— Che sogno strano... Ero in una specie di studio con un sedile su cui dovevo distendermi per meditare. Il sedile era comodissimo e accanto a me c’era una figura gentile a cui dovevo descrivere cosa provavo durante la meditazione. Una volta disteso sono sprofondato in quella ‘comodità’ e un sussulto di energia ha cominciato a scuotere il mio corpo fino a provocare vere e proprie convulsioni. Dopo aver raggiunto il picco massimo, quest’energia ha ‘inglobato’ se stessa fino a lasciare Continua a leggere →

meditazione formale

In generale fate troppo poca meditazione formale, so di persone che fanno solo 20 minuti al giorno; è troppo poca. Nell’autoindagine noi non usiamo l’intelletto discriminativo, non la shakti come fanno gli yogi. Però shakti lavora comunque. È come quando usate un software che ha un interfaccia con dei pulsanti; cliccate su dei bottoni e il software compie delle operazioni, ma dietro il clic avvengono processi di elaborazione informatica che non vedete. Vale lo stesso per l’autoindagine. Continua a leggere →

come è arrivata all’advaita vedanta?

— Buonasera Roberta. Se avrà voglia, mi piacerebbe conoscere come è arrivata all’Advaita Vedanta. Buone cose. Roberta Gamba: — Rispondo alla tua domanda volentieri. Ho iniziato percorrendo ogni strada che aveva a che fare con la meditazione. La risonanza più forte è stata sin da subito con Ramana Maharshi. Sono arrivata alla pratica del semplice “dimorare nella presenza” dopo aver bruciato molte identificazioni personali con un protocollo di meditazione molto intenso. Devo ammettere Continua a leggere →

kundalini al lavoro…

Oggi ho il fuoco nella testa; mi sento salire spesso la temperatura come fosse alta, ma se la misuro col termometro risulta molto bassa. Ho un forte ronzio di fondo con formicolio sulla faccia. Anche la gola mi brucia, non sopporto niente altro che il mio Amato silenzio. Mi riposo a letto, ma senza tante lagne mentali. Non so spiegare questa percezione fisica fastidiosa vista dalla tranquillità... Sento che la mente viene resettata. Una cremazione fisica interna che per ora sopporto bene… non Continua a leggere →

Shakti, Shakti

Le persone dicono ‘Shakti, Shakti’
ma non sanno che l’energia evolutiva
sfocia nel vero IO.

Quando ti immergi nel vero IO
senti come se lo stantuffo di una grande siringa
aspirasse su kundalini attraverso il canale centrale
ricongiungendola al suo Signore.