fede nel guru e nell’insegnamento

— Maestro, probabilmente la purificazione sta procedendo bene. Questa notte ho sognato che ero in diade con degli sconosciuti e, improvvisamente, alcune persone hanno iniziato a parlare come se fossero indemoniati, con gli occhi che si ingrandivano ed anche io parlavo con una voce simile a quella del diavolo nel film l’esorcista. Ricordo in particolare un bambino che si trasformava come nei film horror parlando come se fosse indemoniato. Ad un certo punto, in preda al terrore ed al panico più Continua a leggere →

post ritiro

Ciao Sergio. In questo periodo post Ritiro, momenti, anzi giornate intere in cui ciò che mi passa davanti appare lucente e meraviglioso, e giornate in cui mi sembra di essere ‘fuori’. Si aprono da soli, momenti in cui Tutto è intensamente fermo e non capisco più dove mi colloco io e chi è che lo percepisca – questa è una traduzione a posteriori, ma in qualche modo devo dirlo. Intanto mi sto esercitando ad andare in motorino alla napoletana, per ora è piuttosto divertente... Anche questo Continua a leggere →

la forza di amare

Pace e stabilità interiori dipendono dalla vostra capacità di amare. Dice Anna Giuri: “Attraverso giornate così difficili e pesanti, Sergio, e comunque arrivo gioiosa alla sera. Questo è davvero un dono immenso; infatti è un viaggio d’amore nell’amore per l’amore!”. Il potere dei Ritiri di Autoindagine nasce proprio da questo. Diade dopo diade l’idea e la sensazione di separazione si assottiglia. La coscienza ‘Io Sono Te, Tu Sei Me’ emerge sempre di più, fino a diventare Continua a leggere →

RITIRO LUNGO – REPORT 3

— Le tue indicazioni, la pratica individuale e i Ritiri portano grandi benefici. Sto imparando a dimorare nella Consapevolezza che, a volte, si amplifica. Gli stati sono più piacevoli, rilassati e vedo molte paure, molti comandi e molti condizionamento inconsci. Ma l’Altissimo, Quello che si fa vedere per una frazione di secondo e poi scompare, in quello non riesco a dimorare, non lo riesco a vedere e fa quello che gli pare. Renato ci ha detto che Quello non è uno stato mentale. Quindi io Continua a leggere →

la famiglia spirituale dovrebbe sostenere i Ritiri

I Ritiri costituiscono un momento irrinunciabile per la sadhana. Rappresentano uno sfondamento prodotto dal darshan dei maestri più la sinergia del gruppo dei meditanti, che non sono solo quelli presenti nel posto. La famiglia spirituale dovrebbe averne cura e sostenerli: 1. innanzitutto partecipando, ma non sempre è possibile, 2. in subordine sostenendoli con delle offerte a chi organizza il Ritiro. Chi pensa di far parte di questa famiglia e non si cura dei Ritiri a cui non può partecipare, Continua a leggere →

Ritiri Intensivi di Autoindagine

I Ritiri Intensivi di Autoindagine sono potentissimi. L’aspirante viene innalzato a un livello molto superiore del suo normale stato di coscienza. Anche se dopo il Ritiro in genere non riesce a mantenere quel livello perché la sua purezza mentale non è tale da consentirlo, compie comunque un gran salto in quella direzione, fino a riuscire a stabilizzarla. Partecipare intensamente a Ritiri Intensivi di Autoindagine accelera incredibilmente il tempo che sarebbe necessario alla realizzazione. Ciò Continua a leggere →

‘porta tutta la tua attenzione al Sé’ non è un’istruzione adatta ai nostri ritiri

Ad uno degli ultimi Ritiri è venuta gente che voleva meditare su ‘Porta tutta la tua attenzione al Sé’. Nonostante fosse stato loro ampiamente spiegato che quel koan non era corretto, hanno più volte tentato di farsi dare l’istruzione a quel modo. La parola ‘Sé’ non corrisponde alla reale esperienza dell’aspirante. La reale esperienza è il sentire ‘io’, mentre ‘Sé’ è solo un concetto astratto con cui la parola ‘io’ viene tradotta in versione impersonale. È chiaro Continua a leggere →

il vero altro

Non sono mai stato un fan delle relazioni personali. Sin da piccolo ho sempre preferito le poche amicizie intime, dove si poteva avere una comunicazione profonda, e rifuggito le comitive. Da metà degli anni ’80 ho seguito intensamente gli ‘Intensivi di Illuminazione’, né avrò fatti ben più di 100, tra quelli a cui ho partecipato (anche di 21 giorni) e quelli che ho guidato… Tornando alla mia riluttanza o idiosincrasia, quando arrivava alla fine dell’Intensivo, come si concludeva Continua a leggere →

non si potrebbero fare dei satsangha di studio e commento dei testi?

— Ho letto appena adesso la definizione di Shiva-Shakti. Ma che bello! Non si potrebbero realizzare anche dei Satsangha con studio e commento dei testi? Qui tutto bene, nonostante muratori e idraulico, casa sottosopra ecc. ecc. Un certo silenzio mi segue come un’ombra... Much love. — Non è nel mio carattere parlare molto, o almeno non lo è più; né trovo proficuo un seminario che sia solo teorico e mantenga così la mente attiva. Però diamo continuamente insegnamenti: nei Ritiri, Continua a leggere →

chi conduce il ritiro di autoindagine?

Chi conduce il ritiro di autoindagine? La scelta senza la decisione, il servizio senza l’ego, l’impegno senza lo sforzo. D: – Come è andato il tuo ritiro? R: – Io non ho avuto nessun ritiro. Arresa… D: – Ma come: non hai condotto un ritiro? R: – Sono stata il maestro del ritiro ma non l’ho condotto. Dopo tutto l’impegno organizzativo, finalmente giovedì pomeriggio mi sono seduta per i colloqui individuali coi partecipanti e, poco per volta, sono entrata nell’Essere. Da Continua a leggere →