Il testimone

Io non ho mai enfatizzato che tra i vari modi di individuare il Soggetto, Guruji indica il “testimone”.

Non sono mai arrivato all’ego-arroganza di volere dare insegnamenti al mio Guru, ma una volta ho commentato la traduzione di un suo articolo, dove Guruji indicava il “testimone” come il modo migliore di individuare il Soggetto, dicendo che non consigliavo quello ma consigliavo la “Coscienza”.

Parecchio tempo dopo, passatomi quell’ego trip, chiesi scusa a Guruji. Lui si limito a dirmi che fa parte del “pacchetto”. Così oggi quando incontro qualche allievi egoico e poco educato non revoco il mio amore. Mi ritiro aspettando che maturi, se quella è la volontà di Shiva.

Faccio ammenda della mia negligenza:

Quando dimori nel testimone i punti di vista cominciano a vacillare e a vanificarsi. Arriva un punto in cui la mente si dissolve. Tu diventi UNO. Possono esserci percezioni come non esserci, ma anche se ci sono tutto è indifferenziato. Il testimone scompare, nessuna percezione di un ‘io’ o punto di osservazione individuale. Tu sei TUTTO indiviso e questo tutto è UNO, e questo UNO è il . Non ci sono più altri né altro, non c’è più niente che sia diverso e separato da te.

Questo è il Samadhi.

LOVE