un vuoto-pieno beato

Caro Sergio,

settimana molto faticosa sul piano lavorativo, con la conseguenza che è aumentata la stanchezza, fisica e mentale.
Il risultato è che sono più reattiva alle situazioni.
La sadhana procede.
Quando mi siedo per meditare, il silenzio arriva quasi immediatamente.
Attraverso momenti di apertura, nei quali diventa chiara, limpida, l’essenza del manifesto. Un’unica sostanza intrisa di qualcosa che risuona come Amore ma non è Amore, come Beatitudine ma senza esserlo.
È un Vuoto-Pieno Beato.
Ci sono attimi in cui ogni suono/rumore che arriva, ogni luce, odore, risuona di quel vuoto pieno sul cuore. E tutto s’apre.
E l’attimo successivo arrivano dalla mente immagini violente, brandelli di notizie, rabbie.
E lì mi è chiaro che è comunque tutto quel vuoto-pieno, tutto la stessa sostanza.
Sono qui.
Ti abbraccio forte.

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Autori_Vari. Contrassegna il permalink.