1187. soggetto e oggetto in attività

In tutte le attività c’è solo l’oggetto e nessun soggetto [dell’azione].

Esamina qualsiasi attività. Sembrano esserci due ‘io’ che funzionano simultaneamente: l’ego, o ‘io’ apparente, come colui che agisce, e il Principio-Io, o vero ‘io’, come colui che conosce. Il primo cambia continuamente, il secondo non cambia mai. Perciò io sono sempre il conoscitore e mai l’agente.

Dunque non c’è l’agente, o soggetto [dell’azione], ma solo l’azione senza un attore.

Il vero Principio-Io è presente in tutte le azioni. Tu credi che sia indispensabile un agente e soggetto per ogni azione, e quindi concludi che il Principio-Io stia agendo.

In realtà il Principio-Io non ha niente a che fare con l’agire; perciò non sei l’agente, né il fruitore, né il percipiente, sei solo il Conoscitore.

La presenza della Coscienza è assolutamente necessaria ad ogni passo: in tutti i pensieri, sentimenti e sensazioni. Questa Coscienza non è interessata all’oggetto e all’attività.

Per ulteriori conferme può essere esaminato lo stato di sonno profondo. Nel sonno profondo non si hanno pensieri, sentimenti e sensazioni. Perciò lì c’è solo il Principio-Io come Pura Coscienza.

[Notes on Spiritual Discourses of Sri Atmananda]

* Vedi anche ‘Riflessione sul commento 1187 di Sri Atmananda

Condividi questo post: