con quel che c’è

Stare ogni giorno con quel che c’è, sforzandosi di non anticipare, costruire o distruggere, ma semplicemente, molto difficilmente, stare senza terra sotto i piedi… addestra all’autoindagine.

Cristina

 

niente di male

Non c’è niente di male nella manifestazione, il problema è che pensate di farne parte… Con l’autoindagine a un certo punto compare il Silenzio. Come ci si arriva? Non ci si arriva!, perché è la tua vera natura. Da dove vuoi arrivare??? Hai fatto un po’ di pulizia ed è apparso. Ma quello che è apparso non è un oggetto, sei tu! Te lo trovi lì e dici “Ma che cos’è questo?”… Mi ricordo la faccia di Lucia al Ritiro, lei viene da me e quasi scusandosi dice: “Sento Continua a leggere →

così è

Ieri: Senza fare niente di speciale ora soggetto e oggetto non si rincorrono. Quieta coscienza non duale. Se pensi sia speciale ricominci a rincorrere. Oggi: Senza far nulla, così è. Non è una condizione ma una comprensione. Così è. Sono ciò che è cosciente di ciò che nasce e muore. Sono ciò in cui tutto nasce e muore. Sono ciò che consente ciò. Così è. Marco Mineo   Continua a leggere →

cos’è l’ego?

Fabrizio — Cos’è l’ego? Cristina — Ego è pensare a una risposta giusta alla tua domanda. Ego è pensare di non sapere cosa rispondere. Ego è pensare che ci sia qualcuno che deve rispondere. NOTA DI SERGIO Il lavoro del maestro spirituale è una vera pacchia, adatto a temperamenti napoletani… perché lavori a far essere quello che già c’è. Come un muratore che deve tirar su un muro che c’è già.  I love this job!!! :)))   Continua a leggere →