22. il disappunto dell’Atma

1. Ho creato pensieri, sentimenti, percezioni e tutto il resto come mezzi per farMi conoscere.

2. Ma le persone non mi guardano ma si aggrappano agli oggetti dei loro pensieri e sentimenti. Come potrà finire la loro schiavitù?

3. Togliendo gli oggetti, ho creato uno stato di sonno profondo, anche questo è pensato per farMi conoscere.

4. Eppure gli uomini, non essendoci in quello stato alcun pensiero o sentimento, né alcunché da vedere, come ciechi hanno cominciato a vedervi il nulla.

5. Che gli oggetti siano presenti o assenti, Io sono sempre là senza cambiamenti.

6. La mia posizione è proprio davanti agli occhi. È in Me e per Me che tutti gli uomini vedono, eppure non Mi vedono. Questo è assai sorprendente.

7. Se un uomo insiste a chiudere gli occhi ogni volta che Mi sta di fronte, come potrà mai vederMi?

Sri Atmananda – ‘Atma Nirvritti’

 

Condividi questo post: