come pregare Dio

Hai versato lacrime quando hai pregato
e prima della meditazione?

Una volta passai una notte a Dakshineswar con molti altri discepoli, e il Maestro ci raccolse tutti in meditazione. Mentre comunicavamo ognuno con la propria Divinità preferita per l’adorazione, spesso ridevamo o piangiamo in estasi. La pura gioia che provavamo in quei giorni di giovinezza non si può esprimere a parole. Ogni volta che mi avvicinavo a Sri Ramakrishna, mi chiedeva: “Hai versato lacrime al momento della preghiera o della meditazione?”. Un giorno risposi “Sì” e lui fu così felice… “Le lacrime di pentimento scendono dagli angoli degli occhi vicino al naso”, disse, “e quelle di gioia dagli angoli esterni”.

Improvvisamente mi chiese: “Sai pregare?”. Ciò detto agitò le mani e i piedi come un bambino impaziente di unirsi alla madre, e gridò: “Madre cara, concedimi la devozione e la saggezza. Non voglio nient’altro. Non posso vivere senza Te”. Ci stava insegnando come pregare, e sembrava solo un bambino… lacrime abbondanti si versarono sul suo petto, e quindi entrò nel profondo Samadhi. Sembrava che pregasse per me.

Swami Akhandananda

Condividi questo post: