contemplare l’Essere, dimorare nell’Essere, stabilirsi nell’Essere

ESSERE (il vero Sé) e mondo sono inversamente proporzionali.

Più appare l’ESSERE e meno appare il mondo (che include la vostra persona, la mente e il corpo), fino a scomparire del tutto come mondo fenomenico. Più appare il mondo fenomenico e voi come corpo-mente, e meno appare l’ESSERE, fino ad occultarsi completamente.

CONTEMPLARE L’ESSERE

Quando vi è chiaro che siete l’ESSERE, la prima cosa da fare è Contemplarlo a lungo, il più possibile. Lo scopo è stabilirvi nell’ESSERE, ma solo rare eccezioni riescono a farlo subito. Contemplare l’ESSERE significa abituare la mente a rimanere lì. Non richiede che vi fondiate con l’ESSERE, anche se ciò può sempre avvenire; perciò la pratica è rilassata, e tale rilassamento vi dispone a Dimorare nell’ESSERE. Non è un lavoro noioso perché vedete subito i risultati: la mente si azzittisce è il mondo fenomenico comincia a sbiadire.

DIMORARE NELL’ESSERE

Ciò vi porta nella seconda fase: il Dimorare nell’ESSERE. In questa fase sono sempre più frequenti i periodi in cui durante la contemplazione dell’ESSERE vi fondete con l’ESSERE nello stato unitivo.

STABILIRVI NELL’ESSERE

Il Dimorare vi porta nella terza fase: Stabilirvi nell’ESSERE. Quando ciò avviene, il finto io personale (l’ego) scompare o smette di essere percepito come la vostra identità, e stare nell’ESSERE diventa naturale, senza più sforzo. È la Realizzazione.

NOTA – Non cercate di forzare per passare prima alle fasi successive. Intensificate la contemplazione e lasciate che il dimorare e lo stabilirvi avvengano naturalmente.

COMMENTI

Kriya Mukti: — Quanta chiarezza e trasparenza in questa condivisione. È un dono così immenso in poche parole semplici ed essenziali. Niente distrazioni o parole inutili. Indicazioni dritte al punto. Grazie.

Sergio: — Sì. Ho sempre cercato di rendere nella forma più didascalica e semplice possibile processi che vengono in genere esemplificati con poche parole: stai nel Sé, dimora nel Sé, aggrappati all’Io Sono. Questo ‘aggrappati’ mi faceva andare fuori di testa   Io ho dovuto impiegare molto tempo per comprenderli e così ora mi fa piacere poter renderli più chiari a qualche aspirante. Poi quelli che vengono dall’esperienza dell’Intensivo di Illuminazione hanno bisogno di capire che se vogliono lo stato unitivo, e non solo un’esperienza diretta di una frazione di secondo, devono procedere in maniera rilassata. Grazie per il commento

Condividi questo post: