essere ‘prima della coscienza’ è una bufala colossale

— Carissimo Sergio, la spinta emotiva delle immagini si è calmata, riesco a rimanere concentrato in quello stato, che avverto come nuovo, di quiete e silenzio; dopo la meditazione permane come un senso di spossatezza, che prima non avevo.
Riesco a tratti a rimanere concentrato sull’io anche durante la giornata ed oggi, durante le attività quotidiane, ho avuto una intuizione prorompente, ho capito che l’io-sono è la fonte, la fonte di tutte le esperienze, senza un senso dell’io, sia pure sottile ed espanso quanto si vuole, non è possibile fare esperienze, dunque io sono oltre questo senso dell’io, oltre e prima della coscienza.
È con l’io-sono che l’Assoluto crea le esperienze (forse è meglio dire che le immagina), rimanendone intoccato, ed i piccoli se immaginari rimangono come bloccati dal loro stesso potere, finché non si liberano dal karma, dai condizionamenti cioè del vagare di vita in vita, allucinazione in allucinazione, che li ancorano al credere nella realtà di un mondo esterno.
Perché l’Assoluto crea? Rompe la perfezione originaria? Domanda che fino a qualche anno fa mi torturava… Perché è nella sua natura, essendo un campo di infinite possibilità, di coscienza infinita si manifesta causa ineluttabilità… o meglio immagina, pensa (ovviamente è una metafora) tutta la manifestazione, senza manifestarsi, l’Unità non viene mai rotta né alterata, per questo l’ourobouros, si va dove si è sempre stati, bisogna solo liberarsi dalla potenza delle allucinazioni, del proprio stesso potere che finge di estrovertirsi.

— Molte idee sbagliate nel tuo messaggio. Soprattutto di essere prima della coscienza. Tu Sei La Coscienza! Questa idea di non essere la coscienza nasce dal fatto che una volta che la propria identità è chiara, tale nozione non ha bisogno di essere sempre presente nella coscienza, esattamente come uno che ha un’identità maschile non ha bisogno di pensare continuamente “Sono maschio. Sono maschio. Sono maschio…”. Ma ciò non significa che quando non vi pensa diventi femmina o gay. Messaggi troppo lunghi, non sono in grado di rispondere punto su punto.

Quando praticavi l’amare tutto non avevi questo scombussolamento, adesso invece ce l’hai. È perché hai abbandonato l’immanenza e stai forzando con ‘prima della coscienza’, che è una colossale bufala. Se tu senti che questo io è UNO con tutto, non hai nessuno scombussolamento. Non ti scombussola essere un io universale che si fonde con tutto e lo abbraccia. Lo scombussolamento è la proiezione delle tue idee sbagliate.

Condividi questo post: