il mondo, la vita… che fare?

Da un lato bisogna capire che sono fate morgane e quindi non ricercare appagamento da loro; dall’altro sono il sogno del Sé, e Sé essi stessi. Perciò va stabilita una corresponsione d’amorosi sensi con loro – sono parti tue –, e tale corresponsione prepara il samadhi.

D’altronde, come poter non amare la vita? Ti sei dimenticato, ma quella creazione, quel sogno, è stata l’espressione pura del tuo amore. Da dov’altro potrebbe scaturire una creazione se non da un sogno d’amore? Riabbraccia tuo figlio.

Condividi questo post: