lo stato senza concetti – 1

NON COGITO ERGO SUM! Dipende da cosa si intende per ‘ego sum’ (io sono). Non c’è nessun samkalpa (intenzione) quindi non c’è pensiero, quindi non c’è mondo; vi può essere la percezione sensoriale del cosiddetto mondo, ma niente che abbia un nome, perciò non c’e nessuno che abbia i concetti di mondo e di oggetti. Detto questo, la mente può anche pensare, mentre IO sono non-intenzione. Non-intenzione è assai più chiaro di non-azione, perché l’azione è il riflesso dell’intenzione. Vi può essere azione senza intenzione; è la cosiddetta azione che non produce karma.

Ma che si fa tutto il tempo senza intenzioni? Sei Quello che è senza scopi. Capire questo è la vera assoluta rinuncia, tutte le altre rinunce sono chiacchiere.

Col nirvikalpa, lo stato senza concetti, la sensazione di esserci – cioè il testimone – viene meno. Il Sé c’è senza esserci. Mentre il testimone c’è, il Sé è superiore a una definizione: né c’è né non c’è… Nel nirvikalpa non c’è neanche il concetto di essere uno con tutto. Sei Il Solo, dato che non ci sono altri…

Comprendi la differenza? Uno dice “Il mondo non esiste”, ma per affermarlo tu ci sei! Qui invece non c’è nessuna mente, nessun concetto.

Io sono senza mente. Quando mi identifico con la mente Io sono incosciente di Me.

Condividi questo post: