il potere di amare – la pratica

Come liberare il POTERE DELL’AMORE e diventare l’AMORE DIVINO stesso?

Il metodo che vi suggerisco:

1. INDIVIDUA NELLA TUA COSCIENZA QUALCOSA VERSO CUI PROVI AVVERSIONE
Può essere un tuo aspetto (ad esempio l’ansia), o l’intera tua persona, o un’altra persona… o qualsiasi altra cosa, non c’è limite.

2. VISUALIZZA QUESTA COSA O PERSONA E COMINCIA AD AMARLA
a) Invia amore, lascia che un flusso di amore sempre più potente fluisca da te verso quella persona o cosa.
b) Se ti riesce difficile, comincia a benedirla (Che tu possa essere felice, Che tu possa vivere nell’amore, nella pace, nella serenità ecc. ecc.). Così facendo a un certo punto sentirai di poterla amare, e procedere come al punto ‘a’.

3. EMERGONO LE IMPRESSIONI NASCOSTE CHE CAUSAVANO L’AVVERSIONE
a) Quando fai questo, di solito emergono le impressioni nascoste che causavano l’avversione verso quella persona o cosa. Allora comincia ad amare proprio quelle impressioni prendendole una alla volta, dalla più carica alla meno carica.
Invia amore all’impressione che hai scelto fin quando si spegne la carica avversiva.
Poi fai la stessa cosa con l’impressione successiva, e così via.
b) Se incontri difficoltà, chiediti: “Posso permettere a questa impressione (sentimento, emozione, pensiero, sensazione) di trasformarsi in amore?”.
Già il fatto di porre la domanda comincia a rompere la fissità dell’impressione che comincerà a trasformarsi, e a un certo punto sentirai che puoi amarla.
c) Anche qui puoi usare la tecnica di benedire l’impressione se incontri difficoltà ad amarla.
d) Continua ad amare ogni impressione, cosa o persona fin quando rimane il solo amore!

UN ESEMPIO DI IMPRESSIONE NASCOSTA:
Una volta, che stavo provando ad amare una persona che si era comportata scorrettamente verso di me, mi accorsi che la causa dell’avversione era una mia proiezione. Il suo comportamento aveva rievocato una mia mancanza simile fatta quand’ero giovane, e la vera avversione non era verso quella persona ma verso me stesso, il giudizio negativo che stavo dando su di lui era in realtà un giudizio negativo su di me. Allora ho cominciato ad amare quel Sergio che aveva commesso quella mancanza e la mancanza stessa. Dopo aver trasformato in amore l’avversione verso quel Sergio e la sua mancanza, l’avversione verso la persona con cui avevo iniziato è crollata.

4. ESAURITE TUTTE LE IMPRESSIONI NASCOSTE che causavano avversione, torna al soggetto principale del punto ‘1’ e continua su questo fin quando rimane IL SOLO AMORE! Allora apparirà il Sé: l’altro è il Sé, le impressioni sono il Sé, tutto è l’Unica Realtà.

5. TI RENDI CONTO CHE TUTTO È AMORE
Dopo del tempo che pratichi in questo modo, ti apparirà che TUTTO È AMORE! Allora dimora nell’Amore, che è un altro nome del Sé.
Quando esci da quello stato e compare di nuovo avversione per qualcosa, riprendi a fare la pratica che ti ho mostrato.

❖ ❖ ❖

Difficile immaginare una pratica più potente. Questo è il modo per trasformare tutta la propria struttura psicofisica e realizzare il Sé senza incorrere in quei pericoli della presunta realizzazione che vi ho segnalato ultimante.

Vi auguro con tutto il cuore di praticare intensamente e incessantemente questa pratica dell’amore. Niente è più meraviglioso che stare insieme nell’AMORE, ed essere trasferirsi dalla miserie umane alla grandiosità del Divino sulle ali dell’Amore

Fatemi sapere i vostri risultati con questa pratica ❤❤❤

Sempre scoprirete che le avversioni che avete verso gli altri
sono proiezioni di avversioni che avete verso voi stessi
altrimenti sarete neutri, equanimi

Condividi questo post:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.itisnotreal.net/potere-amare-la-pratica/
Twitter