la non-azione

La Non-Azione comporta due elementi: la rinuncia all’ego e a tutte le manifestazione egoiche e l’abbandono al Divino. Da ciò zampilla la devozione! Nello Yoga Naturale l’aspirante, mantenendo ferma l’idea di non essere l’agente, entra nella pratica lasciando che sia Dio, sotto forma di Shakti, a compiere la sadhana. Ciò non significa che non faccia niente: mantiene la disciplina per gli orari della pratica, la dieta, l’etica, lo stile di vita… ma quando pratica lascia che sia la Continua a leggere →

Sadhana: Volontà e Resa – La Relazione Col Guru

Come rimanere in contatto con Shakti e con Shiva? L’ego può prendere l’Energia Divina e usarla per renderci ancora più schiavi degli ego-desideri. Cosa impedisce al Sé di essere semplicemente Sé? L’essere legato a uno scopo! Essere senza desideri e ‘servire’ il Guru è l’unico scopo appropriato!   Volontà e Resa In una prima fase, relativamente lunga, la sadhana necessita di disciplina e sforzo. Non date retta ai maestri new age di varie tendenze che Continua a leggere →