un’intuizione

Un praticante la tecnica di Langford mi scrive di aver avuto un’intuizione:

— Ho avuto l’intuizione che sono già l’Io Sono, ma è la mente che mi confonde. È stata essenziale. Si tratta di essere ciò che si è già. Punto.

— Quando è avvenuta questa intuizione?

— Mi ha aiutato ascoltare qualche meditazione di Mooji. C’è una parte della meditazione in cui dice di lasciare il passato, non anticipare il futuro, e non preoccuparsi del presente. Ma il punto risolutivo è stato: “Ora resta lì, fermo, non tornare indietro, non andare avanti”… Ecco, lì ho intuito!

— In quel momento che hai intuito hai avuto un’esperienza non-duale, la vedi?

— Non è avvenuto nulla di eclatante e non ho visto niente. Solo dopo mi si è aperta una speranza.

— Quando Mooji dice: “Ora resta lì fermo” cosa è successo?

— Ho respirato come se fosse la prima volta: niente ansia, riposavo nel nulla significante, nella consapevolezza chiara intoccata piena di senso, vuota di oggetti. Capisco che è il substrato di ogni cosa. Ero quella chiarezza fondativa di tutto. M. [il suo nome] non era più.

— In quel momento c’era qualcosa che era diverso e separato da te?

— No.

— In quel momento eri Pura Consapevolezza. Questo è quello che chiamiamo esperienza diretta. Congratulazioni.

 

Condividi questo post: