silenzio

Perché, anche quando compare il Silenzio, le persone continuano ad avere un ego e ad essere coinvolte nella manifestazione? Perché non si Realizzano stabilmente subito?

  • Perché sono abituate a tratte piacere dalla manifestazione e la Realtà del Silenzio è nuova. Ciò si risolve con una seria e profonda ponderazione/riflessione su Realtà e illusione e continuando ad abbandonarsi al Silenzio.
  • Perché hanno l’idea di dover FARE QUALCOSA, qualcosa per la manifestazione. Questa abitudine dovete proprio abbandonarlo con la forza della volontà e della disciplina. Fin quando pensate di fare, sarete sempre l’ego agente e vi potete scordare la Realizzazione. Avrete esperienze spirituali, ma non lo stato stabile. Come fare ad abbandonare il senso di dover fare e malgrado ciò continuare a vivere, non potrà essere chiaro ai principianti.

 

Informazioni su Sergio Cipollaro

Io e gli altri Maestri della nostra famiglia spirituale – Anna Gagliano, Cristina, Marco Mineo, Renato Cadeddu, Roberta Gamba e Sara Salvatico – insegniamo l’Autoindagine, la ricerca del Sé, secondo la nostra esperienza diretta e gli insegnamenti dell’Advaita “classica”. Nessun fine di lucro! Unici due requisiti richiesti agli allievi: sincero desiderio di realizzare l’Assoluto, accedere all’insegnamento con abbandono e amore. Dato che abbiamo ricevuto molte e-mail da persone non mosse da serie intenzioni, che hanno chiesto la nostra guida e dopo uno o due contatti non si sono più vive, per verificare la serietà delle intenzioni abbiamo deciso che chi vuole ricevere la nostra guida per l’autoindagine deve prima partecipare a un nostro Ritiro di Autoindagine.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli_di_Sergio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.