7. origine e dissoluzione del mondo

1. La conoscenza resa oggettiva è pensiero. Allora l’ ‘Io’ diventa il testimone del pensiero.

2. Senza che il Mio essere sia visto come testimone, il pensiero viene unito a Me e io divento il pensatore dagli esseri viventi.

3. E successivamente il pensatore diventa il percipiente fisico e quindi il pensiero corrispondente diventa un oggetto grossolano.

4. In questo modo gli esseri viventi Mi rendono il mondo e, ignorandomi, vivono in schiavitù.

5. L’illusione del mondo che nasce da queste successive sovrapposizioni può essere rimossa solo tornando indietro per la stessa strada.

Sri Atmananda – ‘Atma Nirvritti’

 

Condividi questo post:
RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter