paura di non servire più a nulla

Ho dovuto confrontarmi con la paura di non servire più a niente e a nessuno, e dopo un po’ ho scoperto che era in uno stato di assoluta perfezione… Il Sé non conosce paura.

Mio figlio mi ha detto che sembravo lontana e irraggiungibile. In qualche modo ha percepito il mio stato. Tutto ciò ha implicato da parte sua una profonda accettazione. Ha usato parole molto dolci.

Le chiacchierate più belle le faccio con le galline: “Buongiorno bimbe, come state? Brave, grazie”, e loro rispondono e mi sembra di parlare la stessa lingua. Forse sto diventando completamente pazza. Ma neanche questo mi fa paura

Se non c’è ego non c’è appartenenza, e se non c’è appartenenza svanisce la paura perché non hai più il timore di perdere nulla.

Condividi questo post: