sei il veggente, non il fruitore

Tu sei il Veggente, non il fruitore. Non appena vuoi diventare fruitore sei già nella trappola di Maya, a sperimentare il continuo alternarsi di piacere, neutralità e dolore. Il piacere e l’amore lo devi ricavare dalla tua Vera Natura, dall’essere cioè Eterno, Intoccabile e Immutabile. Porta la tua attenzione lì invece che sugli oggetti transeunti, dimora nell’Eterno Veggente.

Condividi questo post: