paura di volare

— Carissimo Sergio, da un paio di giorni ho difficoltà a meditare. Succede da quando, durante una meditazione, ho sentito che si stava dissolvendo tutto, che stavo perdendo ogni senso di io e di esistere, ero solo il vuoto, un vuoto vivo come nient’altro e allo stesso tempo un tutto pienissimo.

— E da un po’ che mi dici di questa paura del nulla, del vuoto, che tutto si dissolve… Non è risolvibile dalla mente. Dobbiamo ricorrere a una metafora per spiegarla. Il bruco ha paura del vuoto e rimane ben attaccato alla foglia. Un giorno qualcuno gli dice che volerà sospeso nel vuoto e il povero bruco è preso dal terrore. D’altra parte la farfalla è felice di librarsi nel cielo e dice ai bruchi: “Abbandonate la vostra identificazione limitante. Non siete bruchi, siete Farfalle! Volate liberi nel cielo”.

Capisci il non senso della paura del vuoto? Non è un assoluto! È solo il punto di vista del bruco! Mukti ha perso il senso del sé, ma è felice, vive meglio di prima e con maggiori capacità spontanee. Quando ti trasformerai in farfalla non avrà il problema del vuoto, della dissoluzione ecc., e non sentirai di certo il bisogno di ritornare alla condizione di bruco.

Perciò ignora queste paura e trasforma il tuo essere praticando la Coscienza nella Coscienza ( o l’Essere nell’Essere).

Condividi questo post: