un silenzio buio ed infinito, bellissimo, pieno di serenità e beatitudine

— Ti racconto il sogno molto vivido di stanotte. Ero un silenzio buio ed infinito, bellissimo, pieno di serenità e beatitudine, come spesso accade in meditazione. A un certo punto comincio a dialogare, ma non avevo una forma fisica; ero come un’ombra nell’ombra, e così le altre ombre con cui dialogavo, ma eravamo delle finzioni di separazione.

Allora ho sentito che le ombre nascevano da questo silenzio meraviglioso, e c’era chi amava tutto e voleva semplicemente ricongiungersi al silenzio e chi invece per la rabbia della separazione diventava violento e magari respingeva le altre finte ombre.

La reazione di questi ultimi mi dava sofferenza. Poi ho capito che tutte e due le reazioni nascevano da un Unico Grande Amore per quel silenzio meraviglioso e che tutte le reazioni e comportamenti nascono dall’Amore.

A questo punto mi sono svegliato, vivendo lucidamente il risveglio. Ho cioè sentito che le energie sparse si riunivano e collassavano in un punto e lì mi risvegliavo e aprivo gli occhi.

Aldo

— Che Grande Realizzazione Il Silenzio pieno di beatitudine è una rappresentazione del Brahman. Assai vicino alla meta

Condividi questo post: