il primo passo per la liberazione

— […] Quando sono agitato entro subito in crisi e perdo il mio centro.

— Entri subito in crisi perché come appare un’ansia, una preoccupazione, un disagio aderisci immediatamente al personaggio che nel sogno della vita sta vivendo questi stati.

Invece devi essere l’osservatore. Se non si è conquistato un po’ di ‘osservatore’ è come se non vi fosse stata nessuna sadhana.

Non è che devi diventare subito come Sri Ramana Maharshi. Se solo conquisti anche un 25% nell’essere l’osservatore – sia in termini di profondità del distacco sia in termini di numero di volte che riesci a farlo – il guadagno in termini di pace, serenità e silenzio è immenso.

Poi si è aperto un solco, ormai sai cos’è, sai qual è la tua posizione come Sé: ESSERE OSSERVATORE, anziché essere coinvolto. Quindi questo solco si approfondirà; la pace, il distacco e il silenzio aumentano, e così facendo diventi uno Jnani liberato!

La Liberazione parte dal primo passo: essere un pochino l’osservatore. Quando ESSERE L’OSSERVATORE raggiunge un 25%, sei così soddisfatto che l’ascesa di questo processo va da sé.

Condividi questo post:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.itisnotreal.net/primo-passo-la-liberazione/
Twitter